Dal 1994 scriviamo importanti pagine di storia


2017/18

Le diverse partenze eccellenti caratterizzano l'estate di calcio mercato, ma l'arrivo di molti giocatori importanti va a ripristinare il gruppo e lo rende di nuovo competitivo. Infatti l'arrivo di Fabbri, Pelacani, Ugolini e Biagi (dalla Cattolica Virtus), con l'innesto di qualche ragazzo valorizzato dalla Juniores e la "ciliegina" in arrivo Claudio Wilmer, un talento peruviano scovato nell'amatoriale, possono essere le giuste armi per combattere in questo campionato.

2016/17

Parte ancora una nuova avventura sportiva con il solito grande entusiasmo e siamo alla 24°. Il gruppo della prima squadra vede la conferma in toto dello zoccolo duro del gruppo, rinforzato anche dagli importanti arrivi di Folgheraiter dal Firenze, Zavala e Ceccherelli dalla Sorms, il ritorno di Gori, l'approdo in prima squadra dello Juniores Giambalvo e l'arrivo anche di Tartoni S. a rimpinguare il reparto degli estremi difensori.
Nasce anche la compagine MGS U18, il gruppo guidato da Faiella e Fallani che cercheranno di forgiare la squadra nell'amatoriale Midland per poi affrontare il prossimo Campionato Allievi regionale FIGC.
Vola la scuola calcio che apre la 7° sede ufficiale (S. Donnino) con un riscontro che ci vede vicino alle 100 iscrizioni complessive, con tante iniziative tra tornei e raggruppamenti e tutte le competizioni federali in programma.
Il Campionato di C2 alla sosta di Natale ci vede in lotta tra il primo e il secondo posto. Ma nel girone di ritorno invece tra i molti infortuni ed alcuni problemi personali di alcuni giocatori importanti sfuma l'obiettivo dei play off.
La nostra scuola c5 è campione Regionale! Ecco un immagine delle finali Nazionali del Sei Bravo Calcioa 5 al centro tecnico federale a Coverciano.

2015/16

Il primo passo nella nuova stagione è il 09/06 accogliendo i due fratelli Mario e Salvio Peretta e Marco Pieri dal Real Fucecchio, Pasquale Barbato dal DLF e Lorenzo Bacherini. Completano la rosa poi il ritorno di Barducci e nuovi Dattilo e Barbagli.
Innesti che completano in maniera eccellente una rosa già buona, che con grande piacere possiamo confermare quasi in toto, potendo così contare sull'ossatura principale con in testa capitan Faiella, Margutti e Barbato F. e tutta la guida tecnica con in testa i Mr Ballocci e Rensi.
Una cavalcata che ci vede protagonisti in Campionato ed in Coppa. Un campionato di vertice che ci vede in corsa per il primato per buona parte della stagione, con un calo che ci fà chiudere al 3° posto, che vale i Play Off. Il risultato è stato la conquista della finale con sconfitta di misura con la Pol. Curiel. Anche la Coppa è stata una bella avventura che ci vede arrivare fino alle Final Four di Massa e poi alla finalissima con il Real Livorno persa alla roulette dei calci di rigore...
Una bella stagione da ricordare e da incorniciare anche se senza allori per la bacheca. Altra nota assai positiva dell'anno è la consecrazione della scuola C5 che ci vede protagonisti assoluti in Toscana, con tantissime iniziative e l'organizzazione anche del primo torneo federale della storia per la categoria Pulcini C5.
I prestigiosi trofei Fair Play regionali, vinti da entrambe le nostre squadre!                 La tradizionale chiusura di stagione a casa Ballocci...


2014/15

Parte un'altra avventura sotto il nuovo nome, con grandissimo entusiasmo e con grande energia legata non solo alla prima squadra che vede gli arrivi di nuovi giocatori, infatti Margutti, Nesi, Lozzi, Gullotto e Pane che saranno le nuove armi di Mr Ballocci, ma anche per la conferma della squadra Allievi e la nascita della nuova SCUOLA CALCIO A 5.
Una vittoriosa "trasferta" a CampiBisenzio e una foto all'evento Vivicascine nel nostro stand/impianto allestito per l'occasione.

La stagione è caratterizzata da un buonissimo campionato con alti e bassi chiuso con 31 punti che, dopo aver fallito due match point, per un pelo non ci evitano i play out. Una gara incredibile che ci ha mostrato il "lato oscuro" del calcio a 5 arrivando ai tempi supplementari contro un Cascina (stabattuto in campionato e arrivato con 9 punti sotto) che negl'ultimi 2 minuti (di follia nostra) ribalta il risultato e si salva.
 

2013/14
La festa del 20ennale è stata un successo, in campo e fuori, una giornata memorabile ed emozionante in compagnia di tanti amici. Un torneino in famiglia, con 4 selezioni relative ai 4 quinquenni, un rinfresco, tante risate con tanti amici, un trionfo! Un grazie agli oltre 60 intervenuti (giocatori e non).

Un'altra grande salvezza (forse la più difficile) raggiunta anche con una giornata di anticipo dalla prima squadra con un gruppo bellissimo farcito di nuovi giovani innesti, Barbato Federico, Poggi Jacopo, Foconi Gabriele, Xaliu Ibraliu e Martini Mirko, sostenuto da un superbo lavoro di Mr. Ballocci e di tutto il gruppo di lavoro composto da Tartoni, Pochini, Mattioli e Rensi. Grande soddisfazione per tutti.

Presentato, dopo il cambio di nome in MIDLAND GLOBAL SPORT SSDRL (la seconda fusione della nostra storia) e anche il restyling del logo che chiude l'epoca del Green Florence.

http://www.greenflorence.it/res/site54480/res629872_LOGO-GREEN-FLORENCE-14-ok.jpg     http://www.greenflorence.it/res/site54480/res631257_LOGO-2014.jpg  
Siamo per il terzo anno consecutivo nella massima serie Toscana e per suggellare la crescita sportiva siamo riusciti, con grandissima soddisfazione, anche a presentare una formazione Allievi per il campionato regionale FIGC. 

La compagine giovanile nel primo campionato Toscano ha concluso la stagione con una bella esperienza ed anche con buoni risultati chiudendo a metà classifica.

Grande gioia per aver fatto schierare in campo i ragazzi degli allievi durante l'inno nazionale alla partita Italia-Romania a Prato.

2012/13

Il 2012/13 è iniziato è ha visto un grande cambiamento all'interno della società, infatti, tanti giocatori che hanno fatto la storia della squadra per molti anni, hanno deciso di passare dalla parte dirigenziale del calcio.
Salutiamo così Ballocci alla guida della squadra con Tartoni come aiuto fondamentale, anche Molinario nella veste di direttore sportivo, Tattini come dirigente e perfino Scarpelli a disposizione per varie mansioni, hanno così ricomposto fuori dal campo quel quintetto che tante gioie ha dato e sul quale Marè crede ciecamente e ha affidato con entusiasmo la squadra. Squadra che ha perso Pelagatti, Ceccherelli, Pancani e Barducci e che ha salutato anche Mr. Caciagli, Mr. Mongatti e l'accompagnatore Modica, anche quest'anno perdite importanti che dimostrano quanto siano stati validi e valorizzati anche quei componenti nella passata stagione. Sulle basi storiche degli ultimi anni la società ha cercato i rimpiazzi adeguati attentamente selezionati da Mr. Ballocci, che sono, Bartolini Matteo, Iacopo Renzi, Jacopo Gori, Chierroni Alberto, Pasquale Desiderio mentre nel mercato invernale sono arrivati a dar man forte anche Barducci e Comanducci dalle fila del Tripetetolo.
E così alla fine i risultati sono arrivati, con una sudata quanto meritata salvezza, un traguardo di grande prestigio, conquistato grazie al grande lavoro di Mr. Ballocci, coadiuvato sul campo da Tartoni e Pochini e fuori dal campo da Molinario e Mattioli. Un grande lavoro di squadra che ha valorizzato i giovani e ha premiato il gruppo storico e tutti i nuovi innesti, per tutti una soddisfazione meirtata.


2011/12

 L'avventura in C1 sempre sotto la guida esperta di Mr. Caciagli, con la sofferta (poichè richiesto anche in B) conferma di Pelagatti, il gran ritorno di Bendi e gli ottimi innesti di Ceccherelli, Pancani a settembre poi di Salerno e Corsano e il grande supporto di Mr. Mongatti, nonostante le importanti partenze di Mastracci, Lorenzo, Naccarato, Perri e Pochini a gennaio, vede un ritorno in grande stile per i nostri canoni in questa categoria, infatti, si arriva al giro di boa con 26 punti, lanciati verso una salvezza possibile, magari anche senza affrontare la lotteria dei play out.
La profezia si è avverata e nonostante le 5 sconfitte consecutive finali, la salvezza arriva anche senza i play-out! Un'annata memorabile che vede un campionato con alti e bassi ma sempre con una classifica "tranquilla". Un traguardo meritato, una grandissima soddisfazione per tutti noi. Anni di grande lavoro anche da parte della società che raccoglie così bellissimi frutti.
UN GRAZIE DI CUORE A TUTTI, PERCHE' E' DAVVERO MERITO DI TUTTI.  

2010/11

La nuova stagione inizia dopo un triboltato calcio mercato, ma che alla fine ha la massima soddisfazione del presidente che vede approdare in primis il mister che è la sua primissima scelta, Mr. Matteo Caciagli, che a sua volta porta alla causa gialloverde ben tre nuovi atleti che sono Ruben Scarlini (Amici Concordia), Cristiano Gabriele e Lorenzo Naccarato (Travalle), inoltre a rinforzare la rosa arriva anche i preziosi Daniele Mastracci (Geraci) e Alessandro Capuozzo, importante che la riconferma di tutto il telaio del gruppo, con in testa bomber Faiella, capitan Fontanarosa e l'inossidabile Ballocci, con la dolorosa defezione per raggiunti limiti di età (ma sarebbe da vedere) di Scarpelli e Molinario. 
Una parola va spesa anche per la conferma di Luca Mattioli e Beppe Modica che auitano la squadra in maniera preziosa.
Durante la stagione si registra anche il trasferimento di Tartoni e Gravante (Bulls) che per mancanza di spazi preferiscono andare cercare fortuna altrove, ma anche in entrata si registrano gli arrivi posticipati di Perri e poi di super Pelagatti che aiuteranno in maniera decisa la nuova bellissima stagione della squadra che fa registrare nuovi record e nuove belle soddisfazioni. Il primo grazie di cuore va a loro...
     
L'approdo ai play-off ha portato ha due turni intensi culinati con la sconfitta nella finale con la Terranuovese. Ma la stagionenon finisce e nella finalina tra le sconfitte decreta, dopo una rocambolesca gara, che siamo la 4 forza dei 2 gironi di C2 e che questo è bastato per essere ripescati come il Montecalvoli, in C1, possiamo dire così che è stata una stagione ampiamente positiva che certifica la nascita di un nuovo ciclo con un nuovo forte gruppo sotto la grande guida di Mister Caciagli.

I PlayOff sono passati, è andata come è andata, ma non ci possiamo imputare nulla, abbiamo fatto il massimo e questo non crea rimpianti ma solo orgoglio e la soddisfazione per quello che si è fatto.
L'obbiettivo "segreto" è stato raggiunto! Non accadeva dal 96/97! Una grande cavalcata in questo campionato di C2, una stagione record, frantumato il record di punti, 51, record di piazzamento, 3°, record di vittorie e record di gol fatti, miglior marcatore Faiella con ben 48 reti!
Una "fusione" che ha dato dei bellissimi frutti, un gruppo ritrovato.
Una soddisfazione per tutti!
Grazie ragazzi, grazie Mister & Co., grazie Aton, grazie davvero a tutti!

Grazie anche ai nostri sostenitori per i divertenti striscioni!

2009/10

Parte subito la nuova staione 2009/10 e porta moltissime novità, belle e brutte...
La prima positiva è l'accorpamento della squadra della Pol. Novoli  (che in realtà non è altro che la squadra nata dalla scissione del Green Team di qualche anno fà) anche loro in C/2 nella stagione passata, questo fa si che nasca un'ottima nuova realtà, anche se le ferite dell'Aton non sono poche, in primis infatti lasciano il Mister Ardelletti, ormai da 3 anni alla guida del gruppo e il capitano Pieri, ormai bandiera da anni della squadra, a ruota si defilano anche Melani, Gigli, Pivieri, Lombardi e Maggiori storici componenti del gruppo "base" della vecchia squadra.
Nell'estate si festeggiano comunque i 15 anni di attività.
Le squadre ospiti sono state L'Oasi di Monsummano Terme (PT), Tresse di Scarperia (FI), DLF Firenze, inoltre saranno presenti le squadre femminili dell'Aton Green Florence che alle ore 21 incontrerà la squadra femminile di Rosignano S. (LI).

2008/09
 
La nuova C2 targata 2008/09 viene preparata da subito con 3-4 innesti necessari per disputare un campionato di buon livello.
Ma il destino ci mette lo zampino anche in questo caso e fa si che i trasferimenti saltino proprio all’ultimo istante per 3 di questi importanti arrivi ed infatti a settembre il vecchio gruppo viene integrato solo dagl’ottimi prestiti arrivati dal Geraci di Mihai e di Alessio Iuorio dalla “nuova“ Fondiaria.
I primi mesi passano tra alti e bassi e nel frattempo di chiariscono anche le posizioni di Maurizio Toria, Luca Massai e Roberto Mocali, che grazie all’iniziale lavoro di Mauro Castaldi e del confermatissimo Mister Ardelletti in piena sintonia con Luca Marè.
E’ così che nel mercato di riparazione di gennaio arrivano tutti e tre suscitando entusiasmo e “paure” nel gruppo che vede così alzare il tasso tecnico e di personalità.
I risultati piano piano arrivano e la posizione in classifica migliora fino a stabilizzarsi a ¾ di campionato nella zona appena fuori dai play out.

Ma lotta è serrata e durissima come sempre per raggiungere il sospirato traguardo della salvezza diretta che sfugge così per un punto.
Nelle gare di play out giocate contro la Sestoese dello stimato Mister Curci e con gli ex Petrone e Cavallaro arriva la sospirata salvezza dopo un doppio confronto al cardiopalma.

2007/08

 
L’annata si preannuncia così molto proibitiva e i pronostici ci danno fin dall’inizio per spacciati ed addirittura come la cenerentola della categoria.
Il susseguirsi delle gare dimostra l’effettiva esistenza di un gap tra noi e molte altre squadre che comunque non ci vede mai soccombere in maniera netta e ci vede il lotta nei play out per tutta la durata del campionato, con un girone d’andata addirittura entusiasmante, ma con un parziale crollo nella seconda parte che ci vede lottare per evitare il penultimo posto (che insieme all’ultimo valgono la retrocessione diretta).
Il ritorno in C2 diventa però realtà, sancita appunto dal penultimo posto, raggiunto solo a pochi minuti dalla fine dell’ultima partita.
Si conclude la seconda esperienza in C1 della nostra storia con un bilancio tutto sommato positivo che accresce l’esperienza di tutti i giovani (e non) del gruppo.
 

2006/07

Eccoci alla nuova stagione, quest’anno mister Marè si fa da parte per far posto ad un allenatore con la “A” maiuscola infatti Francesco Ardelletti è la prima scelta (centrata con grande soddisfazione) del mercato 2006/07 la persona più giusta e adatta capace così di far fare a questo gruppo, (tutto confermato anche per questo campionato) il salto di qualità.

Arrivano anche vari nuovi innesti, che poi si confermano solo in 3 nuovi arrivi, il rientro dal prestito del giovane e promettente portiere Marco Rocchini e dei forte attaccanti Marcello Petrone e Giuliano Lo Scalzo è anche la stagione dell’ormai storico portiere Francesco Tola, che passa a fare il preparatore dei portieri, è anche l’anno dell’abbandono al calcio a 5 di Giovanni Marrani, infatti la bandiera della società, l’ultimo giocatore superstite dal 1994, decide che è l’ora di interrompere e di appendere le scarpe al chiodo, da parte della società un saluto affettuoso e un grazie per la fedeltà della sua carriera 13 anni tutti in giallo verde da capitano e da leader.


Ma questa è la stagione del nuovo impianto, dopo 6 anni il “Bernabeo” di Novoli, va in pensione e arriva un campo nuovo coperto, il Palanovoli.
Tornando al campionato al giro di boa il Green Florence Team ha 18 punti in 16 gare, la lotta per la salvezza è serrata e la concorrenza forte e agguerrita, ma i mezzi ci sono tutti,  allora in bocca al lupo e appuntamento a fine stagione….

La squadra dopo un campionato costellato di piccoli problemi e alcune defezioni da parte dei giocatori del reparto avanzato si ritrova con un ruolino difensivo invidiabile, diciamo come da programma cioè come da previsione, nell’ottica di un campionato di buon livello, mentre rimanendo indietro nel reparto offensivo l’esito finale del campionato non ci ha risparmiato i play out che dopo due prove non brillantissime contro un S.Agata non irresistibile, hanno sentenziato la retrocessione in serie “D”.

Ma il destino sembra non volerci più in quella categoria e si presenta un’opportunità imprevista ed imprevedibile.
Un’altra storica realtà del calcio a 5 Fiorentino e Toscano, La Fondiaria Cecchi DLF, derivante da un bellissimo campionato di C1, chiude i battenti e il suo presidente Piero Nocentini propone una fusione con la nostra società, volendo affidare il proprio glorioso passato ad una realtà altrettanto storica.


Dopo varie trattative l’affare va in porto e grazie al sostegno del nuovo sponsor ATON Communication spa che sorregge la nostra società nell’operazione e nella gestione della nuova categoria che diventa da serie “D”  serie “C1” in un colpo solo…

Il calcio mercato si infiamma nel tentativo di ingaggiare nuovi giocatori pronti per questa categoria, ma le richieste sono insormontabili per i budget societari e il vecchio gruppo senza innesti si prepara ad affrontare questa nuova avventura con grande entusiasmo ma con la consapevolezza della difficoltà della categoria.
 

2005/06

Nella stagione 2005/06 ancora con Marè sulla panchina alla guida di un gruppo eccezionale per le persone che ne fanno parte dotato di ottimi elementi, come Marco Pieri, affermato leader  e punto di riferimento in campo e come Alesando Camorani, Marco Bendi, Matteo Lelli e i soliti Giovanni Marrani (ultimo baluardo della vecchia guardia) Cristian Fontanarosa,  Francesco Panizza e Maurizio Palmisano, affronta il campionato di C/2 con i nuovi arrivati, Stefano Grassi, Bocci Andrea, Silvestrini Attilio e Lombardi Silvano. Si parte in quarta, con un fantastico (per una neo promossa con anche tanti giovani ed esordienti) girone di andata da 20 punti in 16 gare.
Il campionato sarà durissimo e bellissimo, ma non risparmierà ai ragazzi di Mare e del nuovo (in quella veste) allenatore in seconda Randelli, i drammatici play out, ove siamo approdati per un solo punto. Una nuova sfida che ha visto la meritata salvezza arrivare dopo aver battuto il S. Gimignano nella doppia gara.

2004/05

La nuova annata 2004/05 ricca di buoni propositi parte in una non facile serie D, il gruppo di base è lo stesso ma può avvantaggiarsi dei nuovi arrivi; Marco Maggiori, Marco Pieri, Melani Alessandro, Pivieri Raffele, Andrea Falugiani e Alessio Gigli .

Con questo bel gruppo di qualità ma di poca esperienza si pensa a fare un bel campionato di vertice, ma i risultati inizialmente non arrivano e mister Fedeli è costretto a lasciare per gravi motivi di famiglia, la situazione non è delle più facili e il presidente-giocatore Marè decide a sorpresa di abbandonare (provvisoriamente?) i panni del giocatore e vestire quelli del mister, in virtù del fatto che il progetto avviato con Fedeli e in attesa del suo ritorno, era da non intaccare.

La mossa si rivela vincente, con l'approdo ai play-off e con lo spirito giusto la squadra arriva a battere in finale il più quotato Barberino e a conquistare una splendida promozione.

Una indimenticabile cena di fine stagione in compagnia di Giorgio Ariani.

2003/04

Ecco che nel 2003/04 , inizia la storia che è legata all'attuale presente, con l'arrivo di mister Massimo Fedeli e con i nuovi innesti di Maurizio Palmisano, Pucci Tommaso, Matteo Lelli, Roberto Toscano e Marco Bendi , si riparte da un anno-zero e un nuovo progetto.

Nell'estate del 2004 presso la Pol. Novoli la festa per il Decennale.

Due foto della giornata di festa con un torneo ad 8 squadre, con Isolotto, Sestoese, L'Oasi (PT), DLF, e 2 squadre interne con i "vecchi" e i "nuovi".
 

Il progetto è bello e ambizioso, ma ha bisogno di tempo, cosa che il campionato di C/2 non può offrire e il nuovo gruppo viene “stritolato” nella morsa di una categoria forse troppo alta e l'immaturità viene così pagata con una giusta retrocessione.

Nell’estate del 2004 si festeggia il decennale della società presso la Pol. Novoli e in una domenica di festa alla presenza di importanti società di calcio a 5 regionali (come Isolotto, Sestese, DLF, L’Oasi di Monsummano e S.Agata) e 2 formazioni della nostra società, una che è la squadra del campionato appena terminato e una che invece è una selezione di giocatori che nei 10 anni hanno vestito la nostra maglia verde-gialla, un bel momento di sport da ricordare che ha visto partecipare tanti ex sia in campo che al grande buffet allestito all’impianto.

 

2002/03

La storia del 2002/03 è la storia della rifondazione, ancora in C/2 grazie ad un ripescaggio “ad honorem”, dalle macerie della scissione e con l'arrivo di un motivatissimo nuovo mister Cristian Solaini , arrivano Gisberto Gallucci in porta, Colzi Saverio, Giovanni Montatore, Francesco Panizza, Cristian Fontanarosa, Satoru Fukotomi, Massimo Cellerini, Davide Ceccantini, Simone Tartaglia e il bomber Peccini.

L'inizio è dei migliori, la squadra vola, ma la sfortuna è sempre dietro l'angolo…

Infatti per delle gravi incomprensioni il gruppo con tutti questi nuovi innesti si spacca e a dicembre, quando il G.T. è al 4° posto, partono, in 4 e con loro viene esonerato anche il mister Solaini. Il calo è vistoso e il compito del nuovo mister Paolo Urbini è gravoso, in poco tempo la classifica è preoccupante e anche in quest'anno arrivano i play-out.

Nella finale con il Castelfiorentino, il Green Team riesce a spuntarla e anche grazie ad un Cellerini super, la permanenza in C/2 è garantita.

2001/02

Dopo aver mosso le proprie ragioni per i vari torti subiti, avendo così ottenuto il ripescaggio, la voglia di fare bene in C/2, è alle stelle.

La società si muove con solerzia, con Bellocci passato al timone della squadra per prepararsi al meglio ad una stagione almeno “tranquilla”, con gli arrivi di una di alcuni buoni giocatori come, Andrea Martini , Roberto Clausi, Nicola Gammarota e il nuovo portiere Francesco Tola.

Niente da fare l'approdo ai play-out è inevitabile e lo scontro nella finalissima di ritorno a Marina di Grosseto è la finale di coppa del mondo, al Green Team basta un pari per la salvezza, ma alla vista dell'impianto adorato con striscioni e stendardi, gremito con 250-300 persone, munite di bandiere e fumogeni, la compagine giallo-verde, anche se galvanizzata capisce che l'entità dell'impresa sarà enorme, finisce 7-6 e il Green Team è di nuovo condannato!

Il gruppo d'acciaio, il gruppo storico, non regge il contraccolpo psicologico e dopo la seconda mazzata consecutiva, arriva la scissione, Ballocci, Tartoni, Pane, Molinario e Sardi, decidono prima di smettere con il calcio a 5 poi di provarci ancora in una nuova realtà, andando così a formare il Firenze Ovest C5.


2000/01

Sembra l'anno giusto, la squadra con gli innesti di Alessandro Molinario, Adriano Pecchioli, Nicola Altobelli, Pane Cristian, Lorenzo Randelli e con il nuovo terzo portiere Alessandro Camorani , sembra tra le più quotate del girone.

E' l'anno “no” per eccellenza e tutto va storto, arriva anche l'approdo ai play-out e addirittura la sconfitta nella finale, è una retrocessione davvero incredibile, ai confini della realtà… compresa la designazione della sede in campo “neutro” per la finale play out.


L'annuale cena sociale che vede tra gli ospiti anche Mario Tenerani.

1999/2000

Nella stagione 99/00 ancora in C/2, la società non si prefigge grandi obbiettivi e con Sabatino Miele a sostituire Sardi in porta e gli innesti di Andrea Borsieri e del mister Stefano Rossi tenta di dare sostanza alle e già buone qualità del gruppo.

Si rivela un buon campionato con l'approdo ai play-off ma con la cocente sconfitta sul campo del Dino Manetti che impedisce ai giallo verdi il ritorno nell'elite regionale del calcetto.

La copertina del libro che commemorò i primi 5 anni di stroria, nel libro edito in solo 50 copie, sono contenuti di tutti i dati di ogni singolo giocatore dal primo giorno...


1998/99

 

Il ritorno alla vecchia categoria nel 1998/99 così si rivela pieno di soddisfazioni e con l'innesto dei rinforzi Tiziano Tartoni , Leonardo Nuti , Luca Ninci come secondo portiere e il nuovo mister Righini, arrivato con l'ausilio dell'amico di Marè, Celeste Pin, che a sua volta doveva far parte della rosa.

E' l'anno del quinquennale e così esce il libro “I NOSTRI PRIMI 5 ANNI” , 50 copie che ormai sono una rarità. Un libretto di 85 pagine, realizzato da Luca Marè, che racconta tutta la storia, ricco di foto, con tutti i dati e le statistiche del primo quinquennio.

 

1997/98

Ma non finisce qui, infatti il GREEN TEAM conquista anche la Coppa Disciplina Toscana, che gli frutta anche il ripescaggio in Serie C/1 per la stagione 1997/98 .

Nell'estate del 1997 in giugno ci fù l'inaugurazione della sede, in Via Pagnini 32/r, ove attualmente ancora si trova e nell'occasione alla presenza di Claudio Nassi e dell'allora segretario della Fiorentina Rigoletto Fantappiè, fu donato allo sfortunato Sasha, un bambino di Greve in Chianti, seriamente ustionato, i proventi di una lotteria interna alla società. 
   

In quell'anno grazie alla rosa ampia e alla iperattività del presidente giocatore Luca Marè, nascono altri 2 “Green Team” che partecipano a vari campionati amatoriali, la 2° compagine vede schierare questi atleti: Luca Allegro , Davide Terinazzi, Federico Scorsipa, Paolo Cammilli , Lorenzo Marè , Alessio Pileggi, Simone Guerriero , Daniele Lazzeri, Paolo Coltella, mentre la 3° compagine schierava: Ndreu Muis, Ndreu Gezim, Ndreu Walter , Lorenzo Cirina, Pierpaolo Usella , Maurizio Porcello, Luca Barlettani, Amatori, Amoroso e LoSapio, con Luca Marè in veste speciale di mister.

Intanto le esperienze della squadra varcano per la prima volta i confini nazionali con un tornei a Praga in primavera.

Dopo la tragica annata nel campionato di C/1 con una retrocessione indiscutibile nonostante la grande campagna acquisti che aveva visto giocatori del calibro di Fabio Trullo , poi premiato come migliore giovane della categoria, il terzo portiere Luca Basiliani , Fabio Bonanni dalla Lasternse e il nuovo mister Alberto Sciarelli , fare benissimo in C/2.


1996/97

Ecco che grazie al supporto dello sponsor storico l'EFFE-PI di Campi Bisenzio (FI) arrivano i mezzi per poter disputare il Campionato FIGC di Serie C/2 1996/97 , allora categoria di entrata.

Il traguardo prefissato arriva 5 posto e Play Off conquistati al primo anno,con finale promozione persa dal forte 1° GIGLIO dei fratelli Bigi.


1995/96

Anche il campionato di Eccellenza 1995/96 fu ricco di soddisfazioni, disputato con la crema delle società provinciali di calcio a 5, poiché era l'unico campionato amatoriale di C5 e vi si trovavano società   

appena formate del calibro di ISOLOTTO (memorabili le dispute in campionato e le rivalse nei tornei estivi) attualmente in FIGC in serie B , SESTESE attualmente in serie C1, CASCINE DEL RICCIO, RINASCITA, GS S. BARTOLO attualmente in serie C2, o altre importanti società ora ferme, come EASY BAZAR, ROBUR Scandicci o CASTELLO SS e altre.

Dopo questa bella annata, con anche dei bei traguardi nei vari tornei estivi, il trampolino per la FIGC era pronto.

La compagine rinforzata dagli innesti di un secondo straniero Muis Nreu e di Federico Scorsipa, Daniele Lazzeri, Enrico Leoni, Davide Terinazzi e con Gambacciani sostituito da Aldo Lamnidis a fare da secondo a Sardi, era pronta.

Ospite della serata Mario Tenerani.


1994/95
Sulle ali dell'entusiasmo nel settembre dello stesso anno, con l'innesto dello straniero Gezim Ndreu e di Leonardo Ballocci in coppia con di un secondo portiere Cristiano Sardi, ma con la cessione di Badiali , disputammo il campionato di 1 Categoria UISP 94/95 cogliendo una buona 4 posizione che fruttò comunque la promozione nella neonata Eccellenza.
    

La cena sociale del 1995 in cui si consegna una targa di ringraziamento allo sponsor Piero Filipperi.

1994

Nell'inverno tra il 1993-94 nei freddi sabato pomeriggi passati, come ormai succedeva da anni, a giocare “abusivamente” a calcetto sull'asfalto del campino dell'ITI Leonardo da Vinci a Firenze, Luca Marè prese l'iniziativa proponendo, ai migliori 7-8 giocatori di tale blasonato palcoscenico, di partecipare ad un torneo estivo UISP, per testare finalmente l'effettiva bravura del gruppo.

 
Il logo storico del 1994

Pronti a cimentarsi in tale avventura Luca Marè “seleziona” la seguente compagine, Manuel Falci, Giovanni Marrani, Paolo Casini, Andrea Badiali e “l'esterno” ma fondamentale per la nascita, il portiere Daniele Gambacciani

Esperimento riuscito, infatti dall'aprile 1994, ove è avvenuto l'esordio ufficiale, furono disputati 2 tornei con 2 finali conquistate (ma perse…) ecco l'arrivo del Mister Danilo Della Lunga .